Ministero della pubblica amministrazione

logo

 

“Tutti i figli di Adamo formano un solo corpo, sono della stessa essenza, Quando il tempo affligge con il dolore una parte del corpo anche le altre parti soffrono. Se tu non senti la pena degli altri non meriti di essere

chiamato uomo”. (A’DI DI SHIRAZ, Iran, 1203 – 1291)

Questa frase, scritta all’entrata del palazzo dell’ONU a New York, ha guidato il nostro dialogo con il regista Maurizio Zaccaro, ospite d’onore di Corto di colonie sabato 22 febbraio alla Cineteca comunale.

Davanti agli studenti Zaccaro ha sì mostrato alcuni suoi lavori e raccontato la sua lunga esperienza di sceneggiatore, regista e produttore cinematografico: ma accanto ai molti nomi noti degli attori con cui ha lavorato e dei film importanti che sono nella nostra memoria ( Dove comincia l notte, L’articolo 2, I ragazzi della via Pal, Cuore, Un uomo perbene) ci è sembrato che gli interessasse soprattutto sensibilizzare l’uditorio alla dimensione sociale e all’impegno che il cinema può assumersi nei suoi tempi e per la sua attualità.

Gli ultimi lavori di Zaccaro ( Il sindaco pescatore, La felicità umana, Nour) confermano l’attenzione del regista al tema delle migrazioni e dei diritti umani; la narrazione della realtà che il cinema può darci è una opportunità importante di essere osservatori consapevoli del reale e persone più capaci di resistere alle provocazioni delle false credenze attorno a noi. Non importa, ci dice il regista, se la distribuzione di certi film in Italia è molto difficile o poco fortunata; l’invito che ci viene rivolto è a cercare registi o pellicole con il coraggio dei grandi temi, perché spesso la traccia minore è quella col solco più profondo.

Una lezione di cinema che è presto diventata una esperienza di vita, con tutta la forza che le testimonianze sincere sanno irradiare intorno.

4B e 4D Liceo Classico Giulio Cesare

         

 

 

 

 

 

contatti in fondo

LICEO “G. CESARE – M. VALGIMIGLI” - Classico - Linguistico - Scienze Umane / Economico-Sociali"
Via Brighenti, 38 – 47921 Rimini
Tel: 054123523
Fax: 054154592
PEO: RNPC01000V@istruzione.it
PEC: RNPC01000V@pec.istruzione.it
Cod. Mecc. RNPC01000V
Cod. Fisc. 91059030402
Fatt. Elett. UFDHHB