QUESTO PORTALE WEB UTILIZZA COOKIES TECNICI Ulteriori informazioni.

Ministero della pubblica amministrazione

logo

 

 

  1. RIFERIMENTI NORMATIVI

Il presente Piano scolastico per la Didattica Digitale Integrata è emanato in conformità alla normativa vigente:

  • Lgs. 16 aprile 1994, n. 297, Testo Unico delle disposizioni legislative vigenti in materia di istruzione, relative alle scuole di ogni ordine e grado;
  • P.R. 8 marzo 1999, n. 275, Regolamento dell’autonomia scolastica;
  • Legge 13 luglio 2015, n. 107, Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti;
  • Lgs. 9 aprile 2008, n. 81, Testo Unico in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro;
  • Legge 22 maggio 2020, n. 35, Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, recante misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19;
  • Legge 6 giugno 2020, n. 41, Conversione in legge con modificazioni del decreto-legge 8 aprile 2020, n. 22, recante misure urgenti sulla regolare conclusione e l’ordinato avvio dell’anno scolastico e sullo svolgimento degli esami di Stato;
  • M. 26 giugno 2020, n. 39, Adozione del Documento per la pianificazione delle attività scolastiche, educative e formative in tutte le Istituzioni del Sistema nazionale di Istruzione per l’anno scolastico 2020/2021 (Piano scuola 2020/2021);
  • M. 23 luglio 2020, n. 69;
  • M. 7 agosto 2020, n. 89, Adozione delle Linee guida sulla Didattica digitale integrata, di cui al Decreto del Ministro dell’Istruzione 26 giugno 2020, n. 39;
  • C.N.L. comparto Istruzione e Ricerca 2016-2018 del 19 aprile 2018;
  • C.N.L. comparto Scuola 2006-2009 del 29 novembre 2007;
  • Protocollo d’intesa per garantire l’avvio dell’anno scolastico nel rispetto delle regole di sicurezza per il contenimento della diffusione di COVID-19 del 6 agosto 2020;
  • Linee guida e le Note in materia di contenimento della diffusione del SARS-CoV-2 in ambito scolastico e l’avvio in sicurezza dell’anno scolastico 2020/2021 emanate dal Comitato Tecnico- Scientifico e dai diversi Uffici Scolastici Regionali;
  • Piano Triennale dell’Offerta Formativa 2019-2022 approvato nella seduta del Consiglio di Istituto del 20 dicembre 2019.

 

  1. PREMESSA

Le Linee Guida per la Didattica Digitale Integrata, adottate dal Ministero dell’Istruzione con il Decreto n. 39 del 26/06/2020, prevedono l’adozione da parte delle Scuole di un Piano affinché gli

Istituti siano pronti “qualora si rendesse necessario sospendere nuovamente le attività didattiche in presenza a causa delle condizioni epidemiologiche contingenti”.

“Ogni istituzione scolastica del Sistema nazionale di istruzione e formazione definisce le modalità di realizzazione della didattica digitale integrata, in un equilibrato bilanciamento tra attività sincrone e asincrone.

La didattica digitale integrata, intesa come metodologia innovativa di insegnamento-apprendimento, è rivolta a tutti gli studenti della scuola secondaria di II grado, come modalità didattica complementare che integra la tradizionale esperienza di scuola in presenza, nonché, in caso di nuovo lockdown, agli alunni di tutti i gradi di scuola, secondo le indicazioni impartite nel presente documento.

La progettazione della didattica in modalità digitale deve tenere conto del contesto e assicurare la sostenibilità delle attività proposte e un generale livello di inclusività, evitando che i contenuti e le

metodologie siano la mera trasposizione di quanto solitamente viene svolto in presenza” (cfr. Linee Guida sulla Didattica digitale integrata, di cui al D. M.26 giugno 20202, n. 39).

 

Il presente Piano, adottato per l’a.s. 2020/2021 con delibera del Collegio dei Docenti del 17/11/2020 che integra il PTOF 2019/22, contempla la didattica a distanza non più come didattica d’emergenza ma come didattica digitale integrata che prevede l’apprendimento attraverso le tecnologie considerate uno strumento utile per facilitare apprendimenti curricolari e favorire lo sviluppo cognitivo.

 

  1. ANALISI DEL FABBISOGNO

La scuola rinnoverà annualmente una rilevazione del fabbisogno di strumentazione tecnologica e connettività al fine di prevedere la concessione in comodato d’uso gratuito degli strumenti per il collegamento agli alunni che non abbiano l’opportunità di usufruire di device di proprietà. Il Consiglio di Istituto approverà criteri di concessione in comodato d’uso delle dotazioni nei confronti degli studenti meno abbienti, nel rispetto della disciplina in materia di protezione dei dati personali.

 La rilevazione potrà riguardare anche il personale docente a tempo determinato al quale potrà essere assegnato un dispositivo in via residuale rispetto agli alunni e solo ove il fabbisogno da questi espresso sia completamente soddisfatto. Si ritiene che i docenti assunti a tempo indeterminato, in quanto da anni assegnatari delle somme della Carta Docente, siano nella possibilità di dotarsi di adeguati strumenti da utilizzare per la prestazione lavorativa.

 

  1. OBIETTIVI DA PERSEGUIRE

Il Collegio Docenti è chiamato a fissare criteri e modalità per erogare didattica digitale integrata (DDI), adattando la progettazione dell’attività educativa e didattica in presenza alla modalità a distanza, anche in modo complementare, affinché la proposta didattica del singolo docente si inserisca in una cornice pedagogica e metodologica condivisa, che garantisca omogeneità all’offerta formativa dell’istituzione scolastica.

 Ai Dipartimenti ed ai Consigli di Classe è affidato il compito di rimodulare le progettazioni didattiche individuando i contenuti essenziali delle discipline, i nodi interdisciplinari, gli apporti dei contesti non formali e informali all’apprendimento, al fine di porre gli alunni, pur a distanza, al centro del processo di insegnamento-apprendimento per sviluppare quanto più possibile autonomia e responsabilità.

I docenti per le attività di sostegno, sempre in presenza a scuola assieme agli alunni, curano l’interazione tra tutti i compagni in presenza e quelli eventualmente impegnati nella DDI, nonché con gli altri docenti curricolari, mettendo a punto materiale individualizzato o personalizzato da far fruire all’alunno medesimo e concorrono, in stretta correlazione con i colleghi, allo sviluppo delle unità di apprendimento per la classe.

In particolare gli obiettivi che si intendono perseguire con il presente Piano sono:

  • garantire il diritto all’istruzione di tutti gli studenti in caso di nuovo lockdown;
  • garantire il diritto all’istruzione degli studenti in caso di quarantena, di isolamento fiduciario, di fragilità di studenti;
  • garantire il diritto all’istruzione nei confronti di alunni appartenenti a categorie a rischio e in caso di ospedalizzazione prolungata, terapie mediche che necessitano di poter fruire della proposta didattica dal proprio domicilio, previo accordo del Consiglio di classe con le famiglie;
  • integrare ed arricchire l’offerta formativa espletata in presenza, consentendo utili approfondimenti disciplinari ed interdisciplinari, personalizzando i percorsi e il recupero degli apprendimenti, su iniziativa dei singoli docenti;
  • rispondere alle esigenze degli studenti con bisogni educativi speciali, dalla disabilità alle varie situazioni di svantaggi, valutate dal Consiglio di classe in accordo con le famiglie.

 

  1. STRUMENTI DA UTILIZZARE

La didattica digitale prevede le seguenti tipologie di attività: 

  • Attività sincrone, che prevedono l’interazione in tempo reale tra gli insegnanti e gli studenti.

            In particolare, sono da considerarsi attività sincrone:

  • le video lezioni in diretta, ovvero le comunicazioni interattive audio-video in tempo reale, comprendenti anche la verifica orale degli apprendimenti;
  • lo svolgimento di elaborati, compiti, lavori digitali o lo svolgimento di test più o meno strutturati con il monitoraggio in tempo reale da parte dell’insegnante.

 

  • Attività asincrone, che non prevedono interazioni in tempo reale tra gli insegnanti e il gruppo di studenti.
  • Sono da considerarsi attività asincrone le attività strutturate e documentabili, svolte con l’ausilio di strumenti digitali, quali:
  • l’attività di approfondimento individuale o di gruppo con l’ausilio di materiale didattico digitale fornito o indicato dall’insegnante;
  • video lezioni, documentari o altro materiale video predisposto o indicato dall’insegnante;
  • esercitazioni, risoluzione di problemi, produzione di relazioni e rielaborazioni in forma scritta/multimediale o realizzazione di prodotti ed elaborati digitali.

 

  • Attività mista, le due modalità, sincrona e asincrona, possono alternarsi e integrarsi assicurando un adeguato equilibrio al fine di rendere efficace l’azione educativa.

  

I docenti sono autorizzati ad utilizzare le seguenti piattaforme:

  • registro elettronico Argo: per il necessario adempimento amministrativo di rilevazione della presenza in servizio dei docenti e per registrare la presenza degli alunni a lezione, così come per le comunicazioni scuola-famiglia e l’annotazione dei compiti giornalieri; l’accesso alla bacheca consente di assegnare, allegare, visionare e condividere suggerimenti didattici ed esercitazioni;
  • piattaforma Google Suite for Education e il set di strumenti in dotazione (aule virtuali Classroom, Google Calendar, Drive, ecc..) per la realizzazione di videolezioni, l’inserimento di materiali e l’assegnazione di compiti o questionari;
  • mail istituzionale per comunicazioni, consegna compiti eventuale riconsegna esercizi svolti.

 

L’Animatore e il Team digitale garantiscono il necessario supporto alla realizzazione delle attività digitali della scuola, attraverso la collaborazione rivolta ai docenti meno esperti e, nel rispetto della normativa sulla protezione dei dati personali e adottando misure di sicurezza adeguate, favoriranno la creazione e/o la guida all’uso di archivi ufficiali nei quali saranno depositati gli elaborati scritti relativi alle valutazioni sommative effettuate.

 

  1. CRITERI GENERALI PER LA RIPROGETTAZIONE DIDATTICA E FORMATIVA

La didattica digitale assolve pienamente alle sue finalità se riesce a mantenere attivo il canale della comunicazione tra docenti e studenti, sia individualmente, sia a livello di gruppo.

Deve perciò sostanziarsi mediante l’adozione di pratiche didattiche funzionali al mantenimento della relazione e, quindi, al perseguimento delle finalità educative e formative della Scuola.

 

 Ciascun docente:

  • si assumerà l’impegno di fare uso delle tecnologie attivate dall’Istituto per assicurare agli alunni la fruizione di attività didattiche che potranno essere svolte con modalità sincrone e asincrone;
  • si impegnerà ad utilizzare esclusivamente la piattaforma individuata dall’Istituto per il rispetto dei necessari requisiti di sicurezza dei dati a tutela della privacy, creando e gestendo le proprie aule virtuali in ciascuna delle proprie classi di titolarità;
  • ridefinirà con i colleghi di dipartimento, nei team docenti e nei consigli di classe gli obiettivi formativi delle proprie discipline di insegnamento;
  • pianificherà le proprie attività didattiche sulla base dell’orario settimanale delle lezioni;
  • strutturerà i propri interventi in modo coordinato e condiviso con tutti i docenti del consiglio di classe, per evitare sovraccarichi, bilanciando opportunamente le attività da svolgere con gli strumenti digitali e con altre tipologie (compiti, test, letture, powerpoint);
  • nel rispetto della libertà d’insegnamento, utilizzerà i libri di testo in adozione quali basi comuni a tutti gli studenti per l’organizzazione del lavoro domestico di ciascun alunno, considerato che non tutti gli studenti sono nelle condizioni di poter scaricare allegati e stampare files;
  • valuterà la quantità dei materiali e delle proposte didattiche degli studenti, considerando il lavoro di tutto il Consiglio di classe, e procederà con l’invio di altre proposte compatibilmente con la fruizione delle prime;
  • segnalerà al coordinatore di classe i nominativi degli alunni che, nonostante varie sollecitazioni, non seguono le attività a distanza, non dimostrano impegno o non hanno a disposizione strumenti per prenderne parte, affinché il coordinatore si attivi con il dirigente scolastico per concordare le eventuali azioni da intraprendere, caso per caso;
  • pianificherà la propria attività lavorativa preservando la propria salute e il proprio tempo libero, nel rispetto delle normative in materia di sicurezza sul lavoro;
  • si impegnerà a seguire attività di formazione per poter utilizzare adeguatamente le piattaforme digitali messe a disposizione dalla Scuola per lo svolgimento della didattica digitale;
  • i docenti di potenziamento a disposizione della scuola effettueranno lezione a piccoli gruppi, per classi o per singoli alunni, sulla base delle attività progettuali previste nel PTOF dell’Istituto, concordate con i docenti del consiglio di classe, oppure effettueranno lezioni su disciplina in caso di necessità.

 

  1. ORARIO DELLE LEZIONI

I gruppi che seguono l’attività digitale complementare a quella in presenza, rispettano per intero l’orario di lavoro della classe.

In caso di sospensione della didattica in presenza, la scuola, come da Linee Guida ministeriali (DMI n. 39 del 26 giugno 2020, Allegato A, p. 5), garantisce almeno 20 unità orarie di lezioni online a settimana in modalità sincrona sulla piattaforma. Verrà rispettato il regolare orario scolastico, l’unità oraria della lezione sarà di 50 minuti di attività sincrona e 10 minuti di pausa video, destinati ad interventi progettati in modalità asincrona o allo svolgimento della ricreazione ove prevista.

  

  1. REGOLAMENTO PER LA DIDATTICA DIGITALE INTEGRATA

Nel caso di video lezioni rivolte all’intero gruppo classe e/o programmate nell’ambito dell’orario settimanale, l’insegnante utilizzerà Google Meet.

All’inizio della lezione, l’insegnante avrà cura di rilevare la presenza degli studenti e le eventuali assenze che verranno rilevate sul registro elettronico.

Durante lo svolgimento delle video lezioni agli studenti è richiesto il rispetto delle seguenti regole:

  • accedere alla video lezione con puntualità;
  • mantenere riservato il link di accesso alla video lezione, la cui condivisione con soggetti esterni alla classe o all’istituto è assolutamente vietata;
  • partecipare con la videocamera attivata che inquadra lo studente stesso in primo piano, in un ambiente adatto all’apprendimento e possibilmente privo di rumori di fondo, con un abbigliamento adeguato e provvisti del materiale necessario per lo svolgimento dell’attività;
  • accedere con il microfono disattivato, l’eventuale attivazione verrà gestita dal docente;
  • è fatto assoluto divieto di registrare le video lezioni senza autorizzazione del docente (attività molto utile se concordata con gli insegnanti);
  • è vietato simulare difficoltà di connessione pena sanzione disciplinare;
  • è vietato generare e divulgare screenshot.

Si precisa inoltre che gli account personali sul Registro elettronico e sulla Google Suite for Education sono strumenti di lavoro o di studio, pertanto l’utilizzo delle loro applicazioni è esclusivamente riservato alle attività didattiche, alla comunicazione istituzionale della Scuola, alla corretta comunicazione personale o di gruppo tra insegnanti, studentesse e studenti, nel rispetto di ciascun membro della comunità scolastica, della sua privacy e del ruolo svolto.

Infine è assolutamente vietato diffondere immagini o registrazioni relative alle persone che partecipano alle video lezioni, disturbare lo svolgimento delle stesse, utilizzare gli strumenti digitali per produrre e/o diffondere contenuti osceni o offensivi.

I comportamenti contrari a tali regole sono sanzionati secondo il Regolamento di Istituto.

Il “Regolamento Covid” d’istituto definisce le modalità di svolgimento dei colloqui con i genitori ed anche lo svolgimento degli Organi Collegiali in caso di pandemia avverrà in modalità on line, attraverso GoogleMeet o GoToMeeting.

La scuola porrà particolare attenzione alla formazione degli alunni sui rischi derivanti dall’utilizzo della rete e, in particolare, sul reato di cyberbullismo.

 

  1. METODOLOGIE DIDATTICHE

La progettazione didattica dei docenti favorirà le metodologie maggiormente adattabili alla Didattica digitale integrata: la classe capovolta, la didattica breve, il debate, l’apprendimento cooperativo rappresentano strategie metodologiche che la scuola promuove e incentiva. Tali metodologie didattiche permettono d perseguire abilità e conoscenze disciplinari, ma anche competenze trasversali fondamentali.

 

  1. STRUMENTI PER LA VERIFICA E VALUTAZIONE

Si ritiene importante sottolineare che la valutazione, in presenza e a maggior ragione a distanza, ha sempre e principalmente una finalità formativa. L’obiettivo fondamentale della valutazione delle attività svolte dagli studenti risiede quindi nella valorizzazione, promozione e sostegno del processo di apprendimento.

Pertanto, la valutazione si pone come una valutazione per l'apprendimento, in grado di valorizzare tutte quelle attività intraprese dagli insegnanti e rielaborate dagli alunni che forniscono informazioni utili sul percorso intrapreso.

La valutazione degli alunni con disabilità, con DSA o con altri BES tiene conto delle misure previste dai rispettivi Consigli di Classe nei PEI e/o PDP.

Nel caso in cui la DDI divenga unico strumento di espletamento del servizio scolastico a seguito di nuovi eventuali situazioni di lockdown, i docenti, oltre alle modalità valutative più tradizionali e convenzionali, potranno decidere di valutare i materiali di rielaborazione prodotti dagli studenti dopo l’assegnazione di compiti/attività (anche a gruppi o a coppie) ed i processi che scaturiscono dalla capacità di “lettura del compito”, le strategie d’azione adottate, il livello di interpretazione/ rielaborazione dei contenuti raggiunto. Sarà anche possibile, utilizzando strumenti digitali e applicazioni che ogni singolo docente riterrà utili, proporre test e/o interrogazioni orali e sperimentare forme di autovalutazione, evidenze di ogni studente da utilizzare in sede di scrutinio finale, tenendo traccia quindi del percorso svolto dai ragazzi e dei loro prodotti.

Le prove di verifica sommativa dovranno essere progettate in maniera tale da far emergere la reale acquisizione dei contenuti proposti e il reale livello di sviluppo delle competenze. Sono pertanto da privilegiare, anche in rapporto all’avanzamento del percorso scolastico degli studenti:

  • l’esposizione orale sincrona e dialogata dei contenuti, individuale o per piccoli gruppi, a seguito di studio autonomo, ricerca o approfondimento;
  • la stesura di elaborati o lo svolgimento di questionari ed esercizi in modalità sincrona con strumenti che consentano al docente di monitorare in tempo reale l’attività degli studenti (ad es. Documenti di Google o Moduli);
  • la produzione di elaborati digitali, individuali o di gruppo, compiti di realtà a seguito di consegne aventi carattere di novità e complessità (ovvero che richiedano attività di ricerca, rielaborazione e approfondimento personale dei contenuti, la mobilitazione di competenze e una restituzione finale).

Inoltre i dipartimenti disciplinari potranno prevedere varie tipologie di verifiche, valutando di volta in volta aspetti diversi:

  • restituzione da parte degli alunni dei compiti assegnati: si valuta il rispetto delle scadenze, la correttezza, la completezza degli elaborati e la rielaborazione personale;
  • interazione/partecipazione degli alunni durante le lezioni a distanza realizzate: si valutano aspetti quali la pertinenza, la tempestività, la capacità riflessiva e la correttezza degli interventi;
  • quiz a risposta multipla con un tempo limitato per il loro svolgimento;
  • compiti a tempo su piattaforma (Google Classroom: moduli, documenti, fogli, ecc.);
  • saggi, relazioni, produzione di testi;
  • verifiche scritte/orali/pratiche tramite la piattaforma di GMeet.

In ogni caso le verifiche sommative svolte in modalità di didattica a distanza, una volta corrette, dovranno essere consegnate per l’archiviazione alla scuola esclusivamente in formato pdf o immagine (f.to .JPG - .JPEG - .PNG).

 

  1. CRITERI E GRIGLIA DI VALUTAZIONE DEGLI APPRENDIMENTI

Anche nell’ambito della didattica digitale integrata, la valutazione ha per oggetto il processo di apprendimento, il comportamento e il rendimento degli studenti.

La valutazione ha sia una dimensione formativa, ovvero in itinere relativamente al processo di apprendimento di ciascuno studente, per capire ciò che è stato appreso, ciò che rimane in sospeso e come migliorare, che una dimensione sommativa, espressa con un voto o un giudizio, che tende invece a verificare se, al termine di un segmento di percorso (un modulo didattico o un’altra esperienza significativa), gli obiettivi di apprendimento sono stati raggiunti e a che livello.

La valutazione delle verifiche e delle attività in DDI farà riferimento a griglie di valutazione delle competenze raggiunte elaborate ad hoc dai dipartimenti e dai Consigli di Classe.

La valutazione sommativa rappresenta una sintesi che tiene conto anche della crescita personale dello studente e della capacità di mobilitare le proprie competenze personali nell’attività di studio.

Nelle condizioni di emergenza di cui in premessa la valutazione sommativa deve dare un riscontro particolare al senso di responsabilità, all’autonomia, dalla disponibilità a collaborare con gli insegnanti e con i compagni, dimostrati da ciascuno studente, nonché delle condizioni di difficoltà personali, familiari, o di divario digitale, in cui lo studente si trova ad operare.

Risulta quindi opportuno annotare periodicamente, anche in modo sintetico, l’impegno e l’interesse manifestato dallo studente nel seguire le attività proposte.

La seguente griglia di valutazione del profitto, da applicare come strumento di valutazione sommativa nel caso di perdurante lockdown, tiene conto degli elementi sopra esposti:

  

INDICATORI

MODALITÀ DI VERIFICA / DESCRITTORI

LIVELLI

PUNTI

(in decimi)

 

 

PARTECIPAZIONE

e CAPACITA’ DI RELAZIONE A DISTANZA

Presenza alle video lezioni e alle attività sincrone

Interazione nelle lezioni attraverso le tecnologie digitali

Rispetto delle consegne

Rispetto dei tempi assegnati e dei turni di parola

Collaborazione con i docenti e i compagni

Empatia

Adattabilità e resilienza

5 - Costanti e con significativi apporti

4 - Costanti e collaborativi

3 - Regolari e adeguati

2 - Saltuari

1 - Poco significativi / Non adeguati

10-9

 

8

 

7

 

6

5-4

 

 

INTERESSE, CURA,

APPROFONDI-MENTO

 

Puntualità nella restituzione degli elaborati

Produzione di materiali

Cura dei propri elaborati

Curiosità per le attività proposte

Apporti personali al lavoro della classe

5 - Eccellenti/

Ottimi

4 - Buoni

3 - Discreti

2 - In genere adeguati alle richieste

1 - Non adeguati

10 -9

 

8

7

6

 

5-4

 

ELABORATI:

PROGETTAZIONE e PRODUZIONE

 

Completezza e precisione

Rielaborazione e metodo

Padronanza dei linguaggi specifici

Capacità di attuare collegamenti tra le discipline

 

 

5 - Eccellenti / Ottime

4 - Buone

3 - Discrete

2 - In genere adeguate alle richieste

1 - Non adeguate

10 -9

 

8

7

6

 

5-4

 

PROGRESSI nel PROFITTO

 

Colloqui e verifiche orali faccia a faccia in video-collegamento e/o verifiche e prove scritte per il tramite delle piattaforme o di altro supporto digitale, che dimostrano conoscenze, abilità e competenze acquisite.

Test, quesiti di comprensione e/o collegamento e/o riflessione ed argomentazione.

5 - Notevoli e significativi

4 - Apprezzabili

3 – Complessivamente migliorati

2 - Poco significativi

1 - Non rilevanti

10 -9

 

8

7

 

6

5-4

MEDIA PUNTI LIVELLI

 

 

VOTO FINALE ASSEGNATO NELL’ATTIVITA’ A DISTANZA     ____/10

  

La valutazione della condotta farà riferimento alla seguente griglia di valutazione i cui descrittori integrano gli impegni assunti nel patto di corresponsabilità.

 

Integrazione degli impegni assunti nel PATTO DI CORRESPONSABILITA’

INDICATORI

MODALITÀ DI VERIFICA / DESCRITTORI

LIVELLI

PUNTI

(in decimi)

 

 

 

 

COMPORTAMENTO

 

(DAD)

 

Puntualità, regolarità e visibilità (compatibilmente ai mezzi tecnici).

Utilizzo corretto e riservatezza dell’ID di accesso ai webinar.

Rispetto della privacy del gruppo classe e dell’ambiente.

Partecipazione adeguata alle norme comportamentali e decorosa.

Interazioni interpersonali positive e propositive.

5 - Eccellenti

4 - Regolari

3 – Complessivamente adeguati

2 - Non sempre adeguati

1 - Scorretti

10 -9

8

7

 

6

 

5-4

 

  1. ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI

Particolare attenzione in sede di didattica digitale va riservata all'inclusione di tutti gli studenti e alle metodologie didattiche da applicare con alunni con disabilità o con bisogni educativi speciali. La personalizzazione dei percorsi, descritti nei PEI e nei PDP potrà avvalersi della collaborazione tra i docenti curricolari e tra loro e gli insegnanti di sostegno e gli educatori.

Per gli studenti con disabilità si individueranno modalità didattiche diverse, calibrate sui bisogni specifici degli studenti, a seconda che stiano svolgendo un percorso equipollente o fortemente personalizzato.

Il Consiglio di classe valuterà quando e se procedere per la parte sincrona sugli stessi contenuti della classe o se prevedere anche momenti sincroni personalizzati tra studente e docente/educatore, compatibilmente con l’orario di servizio degli insegnanti.

Per gli alunni con P.E.I. su obiettivi personalizzati, docenti ed educatori concordano con le famiglie interventi necessari e adeguati ai bisogni formativi e di socializzazione. Va anche valutata, in determinati casi, la possibilità di creare uno spazio virtuale in cui gli alunni con disabilità possano interagire con docenti, educatori e famiglie.

Per gli alunni con Bisogni Educativi Speciali e/o che presentino diagnosi specifiche la scuola

garantisce la frequenza in presenza.

Inoltre

  • tutti i docenti assumono l’impegno di proporre materiale adeguato, opportunamente personalizzato, nonché di sostenere con ogni mezzo a disposizione la didattica digitale erogata per ciascuno degli studenti con disabilità o BES, al fine di perseguire gli obiettivi didattici, formativi ed educativi previsti dal PEI o dal PDP;
  • sarà compito precipuo dei docenti di sostegno definire, in stretta e continua intesa con le famiglie, nonché in sinergia con i colleghi curriculari, i tempi di lezione, i mezzi e gli strumenti integrativi necessari a rendere efficace e praticabile il percorso didattico per gli alunni con disabilità e/o in condizioni di particolare vulnerabilità;
  • sarà importante prevedere l’adozione di tutti gli strumenti compensativi e dispensativi previsti dalle normative in vigore (inclusa la registrazione dei momenti più significativi delle lezioni, se possibile, come previsto dalle Linee guida della DDI).

 

  1. PRIVACY E SICUREZZA

Gli strumenti proposti per la Didattica Digitale Integrata sono stati scelti tenendo conto della ricchezza e versatilità delle funzioni offerte dalle applicazioni, nonché delle garanzie offerte per la protezione dei dati personali.

Tutti i servizi principali di Google Suite for Education sono conformi alle norme COPPA (Child’s Online Privacy Protection Act) e FERPA (Family Educational Rights and Privacy Acts). Gli account degli studenti rimangono attivi fino al termine del percorso di studi o finché non avvenga un trasferimento ad altro Istituto.

Gli insegnanti dell’Istituto sono nominati dal Dirigente scolastico quali incaricati del trattamento dei dati personali degli studenti e delle loro famiglie ai fini dello svolgimento delle proprie funzioni istituzionali e nel rispetto della normativa vigente.

 

  1. RAPPORTI SCUOLA-FAMIGLIA

Lo strumento principale di comunicazioni con l'utenza, genitori e studenti, resta il sito della scuola che metterà in evidenza in home page le comunicazioni principali. La scuola assicura inoltre tutte le attività di comunicazione, informazione e relazione dirette con la famiglia attraverso l’utilizzo del registro elettronico (Argo Bacheca).

Allo scopo di limitare il più possibile rischi di diffusione di contagio, i colloqui con i genitori avverranno esclusivamente a distanza, con modalità già definite nel Regolamento Covid, deliberato dal Consiglio d’Istituto l’8/10/2020.

 

  1. LA FORMAZIONE DEL PERSONALE DOCENTE E DEL PERSONALE ASSISTENTE TECNICO

L’uso digitale, quindi, consente di potenziare la didattica in presenza, e permette di acquisire strumenti sempre utili, sia per il ritorno alla normalità nelle aule sia in caso di formule miste o nella peggiore delle ipotesi di una nuova sospensione della didattica in presenza.

In questa prospettiva compito dell’insegnante è quello di creare ambienti sfidanti, piacevoli, collaborativi in cui:

  • valorizzare l’esperienza e le conoscenze degli alunni;
  • favorire l’esplorazione e la scoperta;
  • incoraggiare l’apprendimento collaborativo;
  • promuovere la consapevolezza del proprio modo di apprendere;
  • alimentare la motivazione degli studenti;
  • attuare interventi adeguati nei riguardi delle diversità (Disturbi Specifici dell’Appren-dimento e Bisogni Educativi Speciali).

Durante il periodo di grave emergenza verificatosi nell’a.s.2019/2020, i docenti dell’Istituto hanno garantito, seppur a distanza, la quasi totale copertura delle attività didattiche previste dal curriculum, assicurando il regolare contatto con gli alunni e le loro famiglie e lo svolgimento della programmazione riformulata secondo le indicazioni ministeriali. Ciò ha imposto a tutto il personale docente di autoformarsi sulla Didattica a distanza (DAD) almeno sugli aspetti essenziali in tempi estremamente ristretti.

Per venire incontro alle nuove Linee Guida del MI, è fondamentale consolidare la formazione dei docenti nell’uso delle nuove tecnologie per evitare la dispersione delle competenze acquisite nel corso del periodo di didattica a distanza che ha caratterizzato la maggior parte del secondo quadrimestre dell’anno scolastico 2019/2020, promuovendo la partecipazione a corsi preferibilmente fruibili a distanza.

I percorsi formativi a livello dell’istituzione scolastica o di rete/di ambito per la formazione potranno incentrarsi sulle seguenti priorità:

  • informatica, con priorità alla formazione sulle piattaforme in uso da parte dell’istituzione

scolastica;

  • metodologie innovative di insegnamento e ricadute sui processi di apprendimento (didattica breve, apprendimento cooperativo, flipped classroom, debate, project based learning);
  • modelli inclusivi per la didattica digitale integrata e per la didattica interdisciplinare;
  • gestione della classe e della dimensione emotiva degli alunni;
  • privacy, salute e sicurezza sul lavoro nella didattica digitale integrata;
  • formazione specifica sulle misure e sui comportamenti da assumere per la tutela della salute personale e della collettività in relazione all’emergenza sanitaria.

 

  

In sintesi D.D.I. / D.A.D.

DDI / Didattica complementare

DAD / Sospensione didattica in presenza

In alcune sedi dell’istituzione scolastica, ogni giorno, alcuni gruppi delle classi con alunni in sovrannumero rispetto alla capienza Covid dell’aula che li contiene, seguono le lezioni in aule appositamente organizzate per la DDI. I gruppi si avvicendano in base ad una rotazione giornaliera. 

I gruppi sono sorvegliati da un docente incaricato.

La composizione dei gruppi di studenti è competenza dei rispettivi CdC.

Il docente trasmette in modalità sincrona la lezione sulla piattaforma.

La presenza viene regolarmente presa con il Registro Elettronico.

Gli alunni da casa, studenti in quarantena Covid, sono tenuti a connettersi se le loro condizioni di salute lo consentono.

 

Le lezioni si tengono regolarmente sulla piattaforma, con orario rimodulato, come dal presente piano.

La presenza viene regolarmente presa con il Registro Elettronico.

Vengono regolarmente svolte verifiche e valutazioni, annotate sul Registro Elettro-nico con voto numerico.

Le programmazioni vengono conseguente-mente rimodulate, mantenendo inalterati gli obiettivi essenziali.

 

 

APPROVATO DAL COLLEGIO DEI DOCENTI DEL 17.11.2021

 

 

 

 

 

  

ISCRIZIONI CLASSI PRIME A.S. 2021/2022 TUTTI I LICEI

16 Gen, 2021

Le iscrizioni devono essere effettuate dal 4 al 25 Gennaio 2021 (ore 20.00) 

GUARDA…

Progetto NERD. Geek Girls! Edizione 2020_21

15 Gen, 2021

Il progetto "NERD? Non è Roba per Donne?” nasce dalla collaborazione tra IBM e…

Mini-corso di introduzione all’Economia - Università di Bologna

13 Gen, 2021

Il Dipartimento di Scienze Economiche dell’Università di Bologna propone, come…

Pomeriggio maturandi

12 Gen, 2021

Anche quest'anno parte l'iniziativa Pomeriggi Maturandi, una serie di incontri per…

Il Liceo risponde: orientamento delle scuole medie 2021

07 Gen, 2021

 Il Liceo Giulio Cesare Manara Valgimigli risponde alle domande degli studenti di…

fREADom – Club del libro

13 Ott, 2020
Ampi lampi. Percorsi di crescita improvvisi, saltanti e in diagonale
 
 

Etwinning A.C.T.I.V.E

02 Ott, 2020

Il progetto  A.C.T.I.V.E presentato dal nostro Liceo ed elaborato dalla prof.ssa…

C-OSMOS-is 20-22

29 Set, 2020
Il Liceo Linguistico “Cesare-Valgimigli”  presenta  il progetto Erasmusplus  685 Leggi tutto

ORIENTAMENTO in uscita

10 Mag, 2020

PUBBLICHIAMO DI SEGUITO TUTTE LE INIZIATIVE E I LINK DI RIFERIMENTO PER…

SIAE, “Per chi crea” 2018, Formazione e promozione culturale nelle scuole

24 Dic, 2019

 “Per Chi Crea" è un programma promosso dal Mibact e gestito da SIAE che destina il…

URP

LICEO “G. CESARE – M. VALGIMIGLI” - Classico - Linguistico - Scienze Umane / Economico-Sociali"
Via Brighenti, 38 – 47921 Rimini
Tel: 054123523
Fax: 054154592
PEO: RNPC01000V@istruzione.it
PEC: RNPC01000V@pec.istruzione.it
Cod. Mecc. RNPC01000V
Cod. Fisc. 91059030402
Fatt. Elett. UFDHHB